Le insufflazioni endotimpaniche costituiscono una metodica crenoterapica impiegata per effettuare un intervento mirato a livello della tuba di Eustachio, della cassa del timpano e dei componenti dell'apparato di trasmissione dell'orecchio medio.

L'impiego di questa tecnica trova indicazione elettiva nella prevenzione e terapia dell'ipoacusia rinogena conseguente prevalentemente a processi flogistici carico delle prime vie respiratorie e che può esitare in sordità.

Indicazioni terapeutiche
L'indicazione è rappresentata dall'ipoacusia rinogena di tipo trasmissivo puro e misto.

Metodica di somministrazione
La terapia consiste nell'immissione di gas solfureo nell'orecchio medio, a una pressione di 0,5 - 1 atmosfere, per via transtubarica.
Il gas è estratto dall'acqua solfurea.
Si assiste spesso a un recupero di udito, per riduzione delle componenti reversibili del processo patologico.

Modalità di prescrizione
Un ciclo completo di cura prevede un'applicazione al giorno preceduta da un’inalazione per 12-15 giorni.

Risultati conseguibili
Con la terapia termale è possibile agire sia sulla componente flogistica (otite media catarrale cronica), che sulla disfunzione tubarica primitiva o compromessa da eventi infiammatori. È possibile agire nei confronti dell'ipoacusia sia in senso preventivo sia terapeutico e riabilitativo ottenendo risultati notevoli: questa è considerata, infatti, una delle terapie più efficaci per contrastare l'evoluzione della sordità rinogena.

Importante!
Alle Terme Reali di Valdieri si possono somministrare, sui pazienti con alterazioni monolaterali o bilaterali delle fosse nasali che rendono difficoltose o impossibili le insufflazioni e sui bambini, le cure – attinenti alle patologie sopra descritte – con il politzer crenotarapico solfureo: tecnica meno invasiva ma ugualmente efficace che viene somministrata con una olivetta in vetro o plastica anziché un catetere di Itard.

Note
Per accedere alle cure è obbligatoria la visita medica di ammissione effettuata presso lo Stabilimento termale.